CAMELBAK "DELTA 5"


 

Esaminiamo il Delta 5, l'innovativo vest della Camelbak.

Here the review of Delta 5, the innovative vest by Camelbak.


Vale la pena, per noi Softgunners, acquistare equipaggiamenti “originali”, ovvero di case blasonate e, a volte, anche costose? Ci sono opinioni diverse e contrastanti. C’è chi preferisce i più economici “vest” di marche note solo nell’ambiente Soft Air, che sono quasi sempre repliche di capi originali e blasonati, sostenendo che per il nostro sport siano più che sufficienti. C’è chi preferisce, invece, comprare “equipment” originale, di marca, per vari motivi: collezionismo, reenacting quanto più vicino alla realtà di un preciso corpo militare esistente. Eppure, nulla impedisce di utilizzare un capo “blasonato” anche se ideato e prodotto per necessità molto più serie e reali di quelle da noi affrontate nel Soft Air domenicale.Ma, davvero, davvero un vest può essere definito “originale” solo se utilizzato nella realtà operativa da parte di un corpo militare?

La definizione data dai vocabolari dell’aggettivo “Originale” è: “detto di un prodotto, autentico, che è interamente nuovo, che non ripete cose o esperienze già proprie di altri”.

Stando a questa definizione, ne consegue che, per esempio, l’ISSAK della Blackhawk non è originale, nonostante si stia parlando di un vest utilizzato negli anni dai SEALs e di una marca fra le più note, perché proprio come ha fatto la Guarder, nota casa di prodotti soft air, anche Blackhawk , con l’ISSAK, ha “copiato” il vest “1195” della London Bridge Trading.

Esattamente come, sempre la Blackhawk con l’EOD ha copiato il TAC della Eagle Industries, modello poi replicato da moltissime marche di equipment da soft air.

Quindi, per “originale” dobbiamo intendere tutto ciò che è di nuova concezione, che esprime idee innovative, anche se prodotto dalla più ignota azienda cinese invece che da una marca nota. E il CamelBak "Delta 5", oggetto di questa recensione, di soluzioni innovative e funzionali ne propone più di una.


Is a good choice for airsoft players to buy "original" equipment, of well known brand, even expensive?

There are different opinions. Some prefer cheapest vest of airsoft brands, which are copy of original brands, arguing that these are enough for our sport. Some prefer instead buy original equipment for several reasons: collecting, reenacting as close to the reality of a specific existing military group.
You can use a original vest even if it's designed and manufactured to satisfy needs of real operators, much more serious and real than those we faced in airsoft.
But, really a vest can be called "original" only when used by real military operators.

But what does it means the word "original"?
The definition given by the vocabulary of the word "original" is:
"a product, authentic, which is entirely new, that does not repeat ideas and experience already own by others."

According to this definition, for example, Blackhawk ISSAK is not original, although you're talking about a vest used over the years by SEALs produced by one of the most famous brand.
Such as done by Guarder, an airsoft brand, also Blackhawk "copied" the vest from the 1195 model of London Bridge Trading.

Just like Blackhawk EOD is copied from TAC of Eagle Industries, a model later replicated by many brands of airsoft equipment.
So, for "original" we understand all that is a new concept, even if produced by unknown chinese company rather than a known brand. And Camelbak Delta 5 shows many functional and innovative solutions.

 


 

Un po’ di storia.

CamelBak è una ditta che nasce come produttrice di sistemi di idratazione imponendosi come punto di riferimento mondiale, basti pensare che ormai tutti chiamiamo “camelbak” qualunque sistema di idratazione, di qualsiasi marca esso sia.Successivamente, ha iniziato a produrre equipments di ottima fattura sempre quale integrazione suoi sistemi di idratazione: sacche da agganciare ai tattici; zaini di ogni dimensione; valvole di sicurezza contro agenti chimici e, ora, anche il vest CamelBak “Delta 5”.

 

CamelBak history

Camelbak born as a manufacturer of hydration systems, becoming the world leader:
just think that now we call "Camelbak" any hydration system of other brand.
Later it started to produce well-made equipment related to its hydration systems, such as hydration bags for tactical vests, backpacks of all sizes, safety valve against chemical agents and now a tactical vest.

 

Il Delta 5

Il “Delta 5” integra un sistema di idratazione Omega Water Beast da 3.1 litri, realizzato in materiale molto resistente su indicazione degli operatori U.S. che consente di ovviare ai problemi legati agli altri sistemi, il principale dei quali consisteva nell’impossibilità, per esempio, di stare seduti al posto di guida di un veicolo, se non rischiando la rottura della sacca, o vescica.Il materiale utilizzato consente, anche, di mantenere inalterata la temperatura dell’acqua contenuta nella vescica e uno strato di neoprene protegge e isola il tubo, al termine del quale troviamo il sistema innovativo CamelBak HydroLock, cioè una levetta che permette l’apertura/chiusura della valvola e un tappo che mantiene pulito il boccaglio. Ovviamente, è riproposto il sistema HydroGuard che elimina il rischio della proliferazione di batteri.
Il Delta 5 è realizzato con Cordura 1000 denari DuPont (produttore del marchio “Cordura”), Tuff-Tex anti abrasione e zip YKK.

Il Delta 5 è realizzato con Cordura 1000 denari DuPont (l’inventrice e titolare del marchio “Cordura”), Tuff-Tex anti abrasione e zip YKK.
 

The Delta 5 has built-in an hydration system, a 3.1 liters Omega Water Beast, a very strong bladder made under indication of U.S. operators in place to remedy the problems related to other systems, the main one was the high risk of rupture of the bag while driving.
The material used also allows you to keep unaltered the water temperature inside and one layer of Neoprene protects and insulates the tube, in which we can find the innovative Hydrolock system, a lever that open and close the valve, and a cap that keeps the mouthpiece clean.
Another feature is the Hydroguard system which eliminates the risk of bacteria.

The Delta 5 is made of 1000 denier DuPont Cordura (owner of the brand “Cordura”), Tuff-Tex anti abrasion and YKK zipper.

 

 

Vista frontale – Front view

 

 

Come si può vedere dalla foto il vest aderisce perfettamente al corpo senza costringere, merito del tessuto morbidissimo pur essendo eccezionalmente resistente.
Chiusura tramite la sola zip; sono presenti gli anelli per il cinturone, che non servirebbe per la stabilità del vest ma che è utile per “subloads” (le tasche cosciali o comunque sotto il cinturone).

As you can see from the picture the vest fits perfectly to the body without forcing, thanks to the soft tissue while being exceptionally strong.
Closure by a single zip; there are the rings for a belt, not necessary for the stability of the vest, but useful for “subloads”.

 

 

Vista posteriore – Rear view

 

 

Lo schienale è completamente ricoperto di pals ad eccezione della parte superiore dove troviamo la maniglia con al centro il logo Camelbak (“Hydrate or die”... eloquente, non c’è che dire!) e sotto 2 strisce di feltro per patches, la superiore cucita sopra una striscia di pals.
Il tessuto esterno si nota dalle foto che è piuttosto “allentato”. Scelta voluta per evitare che la sacca di idratazione al suo interno resti troppo compressa quando il vest viene regolato in larghezza stringendolo al torace dell’operatore che lo indossa.

The back is completely covered with pals except for the top where we find the drag handle, the logo Camelbak ("Hydrate or die" ... very clear!) and 2 stripes of pals, one of these covered with Velcro to attach patches.
The outer fabric is rather "loose". A choice to avoid the hydration bag inside in remains too compressed when the vest is adjusted to the chest width of the operator who wears it.

 






 

Interno

Lo schienale ricorda molto quello comodissimo degli zaini ed è molto ben imbottito, così come gli spallacci.
Su ogni lato ci sono 2 tasche interne e in alto si può vedere la zip che chiude il vano contenente il sistema di idratazione e la regolazione degli spallacci.

Interior

The back panel is very similar to these of comfortable backpack and is very well padded, as shoulder straps too.
On each side there are an inside pockets and on top you can see the zipper that closes the compartment containing the hydration system and the shoulder straps regulation
.

 

 

Tasche interne – Internal pockets

 


Su ogni lato dell’interno è presente una tasca chiusa con stretch e una seconda tasca chiusa con zip.

On either side of the interior there is a pocket with stretch closure and a second pocket with zip closure.

 






 

Vano idratazione

La sacca di idratazione è agganciata alla fettuccia verde che si vede in alto, evitando così che si ripieghi fastidiosamente verso il basso man mano che si svuota.
Sulla destra si vede il tubo ricoperto di neoprene verde, che passa all’interno dello spallaccio, e la cinghia di regolazione.
Praticamente lo spallaccio è formato dalla parte che arriva dal frontale che sta all’interno di quella che arriva dallo schienale; tirando la cinghia la parte anteriore dello spallaccio entra più addentro la parte posteriore, accorciandosi.
Nella foto seguente si comprende meglio il sistema.

Hydration compartment

The hydration pouch is attached to the green hook you see on the top, avoiding falling down of the bladder while it goes emptying.
On the right you see the green tube covered with neoprene, which passes inside of the shoulder, and adjustment strap.
The shoulder is combined by the frontal part inside the part that comes from the back, pulling the strap the front of the shoulder goes into the rear, and the whole shoulder becomes shorter.
In the picture below you can understand easy the system.

 








ManigliaLa maniglia “low profile”, tenuta ferma da 2 quadrati di stretch alle estremità.
(Notare che il vest sta in piedi da solo.)

Drag handle

The handle "low profile", held in place by 2 square stretch at the ends.
(Note that the vest is standing alone.)

 






Cinghie regolazione laterale

Su ogni lato sono presenti 3 cinghie di regolazione per stringere al torace il vest.
All’estremità di ogni cinghia ci sono 2 alette stretch che dopo aver arrotolato la parte eccedente la tengono ferma i modo da non far restare le cinghie libere e soprattutto evita che si allentino.

Side adjustment straps

On each side there are 3 adjustment straps to tighten the vest to the operator’s chest.
At the end of each strap there are two wings that fix the unused adjustment strap after having rolled it.

 






Spallina

Su ogni lato anello per aggancio di sicurezza di GPS o altro, superficie anti scivolo e bordo rigido nero all’esterno per l’appoggio del calcio del fucile; in alto piccola parte in feltro per attaccare patches, purtroppo la ridotta superficie non consente di attaccare patches con il nome.
In questa foto si possono notare l’uscita del tubo dallo spallaccio, il tappo di sicurezza e il sistema Camelbak HydraLock già descritto.

Shoulder pad

On each side there is a loop to attach securely GPS or other; a non-slip surface with a rigid black edge supports the rifle buttstock.
At the top there is a small felt to attach patches, too small for name patches.
In this picture you can see the tube exit from the shoulder, the safety cap and the HydraLock system already described.


In definitiva si tratta veramente di un prodotto all’avanguardia molto ben realizzato.

It is really an innovative product, very well done.

 

Federico "Red Bull" Pretolani

 

Clicca qui per discuterne sul forum - Click here to talk about it on forum