Fox Gunhammer tactical knife


 

Un coltello a serramanico molto interessante, accattivante...e tutto italiano: il GUNHAMMER prodotto dalla FOX.

 

A very interesting and fashinating italian folding knife: the GUNHAMMER by FOX.

 

 

ita Il rapporto tra la Fox e ASC è nato quasi per caso e non nelle migliori circostanze.

Molti di voi ricorderanno la nostra news riguardo la commercializzazione, illegale, di copie cinesi di coltelli Fox ed è stato proprio in questa occasione che la Fox ha mostrato il lato migliore del mercato "made in Italy". Difatti, oltre ad un supporto e consulenza puntuale e professionale, la Fox ha deciso di fornire ad ASC un suo prodotto al fine di mostrare ai lettori un vero coltello FOX e la scelta è caduta sul GUNHAMMER tactical knife.

 

eng The contact between Fox and ASC was born by chance and not in the best circumstances.

Many of you will remember our news about the illegal selling of chinese copies about Fox knifes and was in that moment that the Fox showed the best side of the "made in Italy". After a professional support and advice, the Fox decided to supply ASC with an original Fox knife and they have chosen the Fox GUNHAMMER tactical knife.

 

 

 

 

 

FOX GUNHAMMER

ita Il "gun hammer" è il nome inglese del "cane" delle pistole. Probabilmente la scelta è stata dettata dal fatto che, il cane, si abbatte violentemente sul percussore (o fa lui stesso da percussore nei revolver) determinando lo sparo, così come un coltello che si "abbatta" su un oggetto dovrebbe tagliarlo.

Dal punto di vista estetico, però, il coltello, specialmente da chiuso, assomiglia sicuramente più ad un "grilletto" e quindi "trigger".

 

eng The "gun hammer" is the name of the "hammer" of the guns. Probably the choise of that name has been done because the hammer hits the striker making the gun firing as a knife "hits" an object cutting it.

Under the aesthetic point of view, the knife, expecially if closed, is more similar to a "trigger".

 

 

 

 

ita Al di là di queste futili considerazioni, andiamo ad analizzare tecnicamente l'oggetto.

 

Il coltello è lungo 19 cm. aperto e 11 cm. chiuso per uno spessore di 1,5 cm.

Da questi valori si può presto intuire che non si tratta di uno dei "coltelli tattici" a cui si penserebbe sentendo questa definizione, bensì a quello che gli americano chiamano "EDC knife", ovvero, Every Day Carry Knife, letteralmente "coltello da portare tutti i giorni". 

Anche il suo peso di 109 gr. lo rende adatto ad essere portato in tasca senza grossi problemi. Il porto, agganciato al bordo interno di una tasca, risulta confortevole nonostante lo spessore non estremamente "slim".

 

eng After those futile considerations, let's go to technically analyze the object.

 

The knife is 19 cm. long opened, 11 cm. closed and 1,5 cm. thickness.

By these dimensions you can image that this is not one of the classical "tactical knife" while it's what the americans call an EDC knife, Every Day Carry knife, so a knife you can use and carry every day.

Also its weight of 109 gr. makes it portable in a pocket without problems. To carry it attached in the internal side of a pocket is easy even if it's not so "slim".

 

 

 

 

 

ita Per prima cosa è indispensabile dire che il design del Gunhammer è frutto della cooperazione con Darrel Ralph.

 

Partiamo, quindi, ad analizzare il Gunhammer a ritroso, trovando il fondello (lasciamo per ultima la lama, fulcro di numerose osservazioni): solido e corposo, è costituito da un blocco di metallo al quale vengono assicurate le due anime, metalliche anch'esse, e i polimeri che costituiscono le guancette dell'impugnatura.

Nonostante il coltello non sia particolarmente generoso in dimensioni, è sicuramente possibile utilizzare il fondello come "corpo contundente" per la rottura di un vetro o per altre attività di martellamento. E' ovvio che questo coltello non nasca per questo utilizzo, ma è altrettanto interessante conoscere le sue potenzialità...anche se magari non le sfrutteremo mai.

 

eng First of all we have to say that the design of the Gunhammer came from the cooperation with Darrel Ralph.

 

So, let's go to analyze the Gunhammer from the back, founding the bottom (let the blade to last, main point of a lot of tests): it's solid and strong and it's made by a metal block where are screwed two metal liners and the polymer grips.

Even if the knife is not a big one you can use the bottom to break a window or to hammer something. Even if it was born not for this use, it could be interesting to know its potentialities even if you will never use them.

 

 

 

 

 

ita Sempre a livello del fondello è presente un foro passante per l'eventuale aggiunta di un lanyard di paracord. Personalmente, su coltelli di questo tipo e dimensioni, non ho mai trovato utile questo upgrade.

Accanto al foro, su entrambi i lati, è presente la scanalatura per la clip reversibile trattenuta da due viti a testa Torx. Questo particolare, insieme al doppio punto di spinta per l'apertura, ne fanno un coltello adatto in egual modo a mancini e destrimani. 

 

eng On the bottom there's an hole you can use to attach a paracord lanyard even if I don't think it could be usefull in knifes like this.

On both sides near the hole there are two places where you can screw (with Torx screws) the belt clip. This feature with the double sides opening system, make this knife usable by right and left-handed.

 

 

 

 

 

 

ita Passiamo quindi al dorso del coltello dove sono presenti alcune interessanti particolarità.

La curvatura dell'impugnatura permette una presa veramente molto forte e naturale e la stessa viene "esasperata" dalla presenza di scalature e rilievi sul dorso metallico e dalla particolare superficie lavorata delle guancette. 

Le guancette che compongono il manico sono prodotte in G10, un polimero mischiato a fibra di vetro, resistente alla corrosione da acidi. Le stesse sono finemente lavorate al fine di creare un'ampia superficie zigrinata ad alto grip alla quale è stata aggiunta una serie di scanalature a rombo.

Queste caratteristiche, sommata all'incavo anteriore per l'alloggiamento della "pancia" del dito indice e alla già citata curvatura "anatomica" con inserti sul dorso, rendono il grip estremamente efficace.

 

eng On the back of the knife we can find some interesting features.

The curvature of the handle gives a very strong and "anatomic" grip, "exasperated" by grooves and reliefs on the back of the handle and by the particular carved surface of the grips.

The grips are in G10, a polymer mixed with glass fiber, acid corrosion resistant. The grips are carved to create a wide grained surface with a strong grip, plus some lozenge carved.

These features plus the anatomic curvature of the handle with the inserts on the back and the place for the index finger, make a very strong grip action.

 

 

 

 

 

ita Avendo parlato delle guancette, è doveroso domandarsi cosa vi stia sotto.

Le guancette in G10 non costituiscono la struttura portante del coltello, infatti, una volta rimosse si può notare che esse sono a loro volta avvitate (tramite viti Torx) ad una solida struttura metallica che prevede due lamine inframezzate da un cordolo in metallo, che rappresenta il dorso scanalato di cui abbiamo parlato.

Questo ci garantisce che una presa molto vigorosa ed un uso non proprio "light" del coltello (per quanto un coltello del genere lo consenta) non metta la struttura a rischio di pericolose rotture, non essendo costituita dalle sole guancette "in plastica" ma da una robusta struttura metallica.

 

eng Because we talked about the grips, now we have to talk about what there is under them.

The grips are made in G10 and they aren't the main structure of the knife handle. Once you removed the grips, you can see the strong metal structure where the grips are screwed by Torx screws. The metal structure is composed by two metal liners screwed on a metal block who is the back side on the handle which we have already spoken about.

The metal structure ensure that you can hard grip the handle ad use hard the knife (hard like this knife can tolerate) without dangerous breaks problems as the structure would be made only by the polymer grips.

 

 

 

 

 

 

ita Passiamo quindi al sistema di apertura: in questa versione l'apertura è possibile a singola mano, è ambidestra e non è "sping assisted", ovvero, facilitata da una molla precaricata. Esiste anche una versione con apertura a scatto ma questa risulta fuori legge per le attuali direttive nazionali.

Per aprire la lama è sufficiente premere con il pollice sul puntello metallico presente sulla lama e spingere in avanti. L'apertura è molto fluida, grazie a spessori, abbondantemente lubrificati, montati all'interno tra la lama e l'intelaiatura metallica.

Al termine dell'apertura avvertiremo un deciso "clack" ad indicare la completa apertura della lama ed il blocco della stessa tramite Locking-Liner che vedremo in seguito nel dettaglio.

 

eng Let's go to the opening system: in this version of the knife you can open it with one hand, both if you are right or left handed and it isn't "sping assisted". There is also a "spring assisted" version but it is outlaw in Italy.

To open the blade you have only to push your thumb on the metal pin and push it forward. The opening is very fluid thank to the very lubricated bearings between the blade and the metal structure.

When the blade is completely opened you will hear a strong "clack" that will show you that the blade will be safety locked by the Locking-Liner we will see next. 

 

 

 

 

 

ita Il sistema di blocco della lama del Gunhammer è di tipo "Locking-Liner".

Questo sistema è costituito da una lamina "liner" metallica, con caratteristiche elastiche, posta all'interno del manico a lato della lama. Questo liner risulta forgiato per raggiungere la posizione di "riposo" quando piegata verso il centro del manico.

In questo modo, la lama quando chiusa o non completamente aperta, determina il "caricamento" della capacità elastica del liner e quando questa viene completamente aperta, svincola il liner che risulta libero di portarsi nella sua posizione di riposo, ovvero, verso il centro del manico, ostacolando fisicamente la chiusura della lama.

Un particolare interessante è la "pallina" posta nel liner che ha la funzione di scorrete sulla lama riducendo così al minimo gli attriti: in questo modo la lama non scivolerà sul liner metallico, rovinandosi e producendo un forte attrito, ma sulla pallina del liner, donando fluidità alle operazioni di apertura/chiusura.

In definitiva, il Locking-Liner risulta essere un sistema automatico di blocco della lama in apertura ma necessità di una regolare pulizia e controllo per poter funzionare al meglio: polvere e sporcizia, mescolate ai lubrificanti del coltello, posso inficiare il suo funzionamento, come ho già avuto modo di vedere su vecchi coltelli dotati di questo sistema.

 

eng The lock system of the Gunhammer is a "Locking-Liner" one.

This system is made by a metal liner with elastic features placed at one side of the balde in the hanlde. This liner is made to get its resting position when it is bent to the middle of the handle.

In that way, the blade closed or not completely opened will "charge" the elastic feature of the liner and when it will be completely opened, will give free space to the liner to get its resting position through that it will lock the blade in opened position.

An interesting particular is the "ball" in the metal liner above which slides the blade without breakthrough and without friction.

In the end, this is an automatic locking system of the opened blade but you have to care of it, cleaning and lubricating it because the dust can mix itself with the old grease and make the system failing as I have seen in some old knifes.

 

 

 

 

(La lama bloccata in apertura la Locking Liner - The blade locked opened by the Locking Liner)

 

 

ita Prima di passare alla lama, vero fulcro di ogni coltello degno di questo nome e quindi del Gunhammer, desidero sottoporvi alcuni paragoni dimensionali con altri coltelli e vari oggetti di comune uso.

 

eng Before talking about the blade, main point of all Knifes with a capital K as the Gunhammer, I would like to show you some dimensional comparisons with other knifes and common tools.

 

 

 


(In entrambe le foto, partendo da destra: Fox Gunhammer, Spyderco Endura 4 FRN, Ka-Bar Mule Tanto)

(In both the pictures, from the right side: Fox Gunhammer, Spyderco Endura 4 FRN, Ka-Bar Mule Tanto)

 

 

 

ita E finalmente giungiamo a parlare della lama.

La forma è "classica" in questo modello ma è disponibile anche un modello con lama "Tanto". E' lunga 8,5 cm. e spessa 3 mm. nel punto di maggior spessore e per lei è stato scelto un acciaio inossidabile Cobalto Vanadio (N690Co) con HRC 58/60, quindi, è piuttosto dura.

 

eng Finally we arrive to the blade.

The blade has a classical shape but it's available a "Tanto" version too. It's 8,5cm. long and 3 mm thick in the biggest point and for it the Fox chose a stainless steel Cobalt Vanadium (N690Co) with 58/90 HRC, so rather hard.

 

 

 

 

 

 

ita Prima di passare all'analisi dei test effettuati, solo un paio di parole sulla già citata impugnatura: questa risulta comoda e "anatomica", con un grip decisamente forte e una presa molto naturale.

 

eng Before going to the tests I have done, just two words on the handle: it is comfortable and "anatomic", with a very high grip and a very natural grasp.

 

 

 

 

TEST

 

ita I test che ho effettuato hanno visto l'alternarsi di prove di taglio del foglio di carta, un certo numero di tagli di segmenti di cima nautica sintetica e successiva rivalutazione su foglio di carta.

Ho voluto provarlo sul foglio di carta appena estratto dalla sua scatola in alluminio: non sono rimasto particolarmente colpito dal taglio, ma neanche deluso.

Ho continuato però a fare prove sul foglio dato che "mi sembrava" che il taglio migliorasse con l'uso, ed infatti così è stato: dopo un certo numero di prove su fogli di carta (fogli da buttare, poi riciclati), il filo del coltello consentiva il "taglio dei peli sul braccio", cosa non possibile appena tirato fuori dalla confezione. Ho imputato questa cosa alla presenza di una micro-bavetta sul filo della lama che, con l'azione abrasiva della carta, è stata eliminata.

 

Di seguito è possibile vedere il video della prima prova di taglio su foglio (peraltro non un classico foglio A4 ma una pagina molto sottile di un opuscolo pubblicitario), ovviamente dopo i primi tagli di cui ho parlato prima.

 

eng The tests I did were a sheet cut test, then a marine polymer rope cut test, then another sheet cut test. I did this sequence for some rounds.

I tested the knife cutting a sheet immediately after I took it from the aluminium box: I was not very happy but nor disappointed.

So I continued to make some sheet cut tests because I saw the blade was improving the edge. It was true and after some cuts the edge was able to "cut the arm hair" that was not possible when I took it out from the box. Probably it was because very little sharpening residue on the edge.

 

Below you can see the video test of the first sheet cut test, obviously after the cuts I talked before.

 

 

 

 

ita Visto questo video si comprende quale sia la capacità di taglio del Gunhammer: andiamo allora a vedere quale è stato il suo comportamento dopo un lavoro piuttosto intenso di taglio.

Per fare questo, ho tagliato per 30 volte una cima nautica sintetica, con anima interna, di diametro 8mm.

 

eng Looking the video above you can understand the good quality of the Gunhammer blade: let's go to see what's its behaviour after a medium-hard intensive work.

To do that I cut 30 times a marine polymer rope of 8mm. diameter. 

 

 

 

 

ita Il taglio è stato piuttosto semplice, non è servita una pressione eccessiva e il taglio è avvenuto con un singolo passaggio, anche se la parte inferiore del capo tagliato non veniva tagliato in maniera netta ma rimaneva un pò sfilacciato

Di seguito il video della prova di taglio della carta dopo i 30 tagli.

 

eng To cut the rope was easy and was no needed a big preassure on the blade that cut the rope with only one way through. You can see that the lower side of the rope was no perfectly cut but was a little fray.

Next the video of the sheet cut test after 30 rope cuts.

 

 

 

 

ita Quindi, altri tagli fino ad arrivare ad un totale di 80. La pressione necessaria per il taglio è aumentata un pò e, come si può vedere, la precisione di taglio si è ridotta ancora.

 

eng Then, other cuts until they were 80. The preassure on the blade needed was more than before and the accuracy of the cut get worse.

 

 

 

(Particolare della parte inferiore della corda: come si puà vedere è piuttosto sfilacciato)

(Particular of the lower side of the rope: as you can see it's rather frayed)

 

 

ita Di seguito il video del test sulla carta dopo 80 tagli della corda.

 

eng Next the video of the sheet cut test after 80 rope cuts.

 

 

 

 

ita Ed ancora qualche taglio, sino ad un totale di 120 tagli.

Credetemi, 120 tagli iniziano ad essere un bel numero e anche sulle dita si sentono tutti. La pressione necessaria per praticare il taglio ora è abbastanza alta e alcune volte è stato necessario passare due volte nello stesso punto. La parte inferiore del segmento di corda ora è ancor più sfilacciato.

 

eng Some cuts more and I did 120 rope cuts.

Believe me when I say that 120 rope cuts are not a little number and I felt all of them on my fingers. The preassure needed to cut was high and sometimes I had to pass two times on the same cut. The lower side of the rope was more frayed. 

 

 

 

 

ita E l'ultimo video di test su carta: ora il taglio non è più così facile e fluido come all'inizio, ma credo che sia più che giustificato!

 

eng And here the last video of the sheet cut test: now the cut is not so easy and fluid like before but it is justified!

 

 

 

 

ita Tirando le somme in merito a questi test, posso dire che sono rimasto soddisfatto dal comportamento della lama.

I tagli della corda sono stati semplici e netti in principio, facendosi poi meno puntuali e più difficoltosi. Un certo sfilacciamento della parte inferiore della corda è stato comunque presente sin dai primi tagli.

Al termine dei test è stato necessario riaffilare la lama su pietra, seguito da una finitura su cuoio, tornando a "tagliare i peli sul braccio".

In maniera del tutto personale, ho valutato questa lama inferiore a quella in VG10 di molti coltelli Spyderco in merito alla qualità del filo e alla durevolezza dello stesso, nonostante quello del Gunhammer si sia dimostrato di buon livello. 

 

eng Summarizing I can say that I'm satisfied by the behaviour of the blade.

The rope cuts were accurate since the beginning, getting worse going on with the tests. Since the first cuts there was a little fraying on the lower side of the rope.

At the end of these tests I had to re-sharpening the blade on a sharpening stone and then I finished it passing it on leather. In this way the knife can cuts again my arm hair.

It's my personal opinion that this blade is inferior to the VG10 of some Spyderco knifes about the edge and the durability of it, even if the Gunhammer blade has proven to be a very good one. 

 

 

ita CONCLUSIONI

Il Fox Gunhammer è un coltello EDC knife (Every Day Carry Knife) con un forte appeal tattico. La sua particolare livrea gli dona un accento aggressivo degno di nota.

Le guancette in polimeri, oltre al essere molto efficaci nella loro azione di grip risultano molto belle esteticamente e sono finemente lavorate.

Il peso e le dimensioni sono adeguate per un coltello di questo tipo e ne permettono un porto senza particolari problemi.

La lama è più che sufficiente per gli utilizzi ai quali può essere indirizzato questo coltello, che non può comunque essere considerato un coltello da lavoro. Il filo è buono ma è necessaria una piccola "manutenzione", almeno con passaggi su cuoio dopo un uso piuttosto intenso, cosa peraltro normale.

La cooperazione con Darrel Ralph di sicuro ha dato i suoi frutti su questo coltello, vista la forma ed impugnatura estremamente anatomica e naturale.

In definitiva risulta essere un buon coltello da portarsi dietro per le nostre comuni attività all'area aperta o professionali.

Il suo costo al momento della stesura di questo articolo è di 85€ presso la Coltelleria Collini, un prezzo abbordabile e giustificato anche dalla prestigiosa collaborazione di design.

 

Desidero ringraziare la Fox, nella persona di Gabriele Frati, per avermi dato la possibilità di testare questo coltello e per la pronta assistenza e la Coltelleria Collini per il prezioso supporto fornito per la stesura di questa recensione.

 

eng CONCLUSION

The Fox Gunhammer is a EDC knife (Every Day Carry knife) with a big tactical appeal. Its particular shape gives itself an aggressive look.

The polymer grips are very usefull, has an extremely high grip, are well worked and finished and, why not, are pretty.

The weight and dimensions are right for a knife like this and allow to carry it without problems.

The blade is more than enough for the uses of this knife that isn't a knife for hard works. The edge is very good and after a intensive use needs to be passed on the leather to be re-sharpened, but it's normal.

The handle is very "anatomic" and natural and I think it came from the cooperation with Darrel Ralph.

So, I can say it is a good knife you can carry for outdoor and professional activities.

At this moment it costs 85€ and you can by it at the Coltelleria Collini. The price is right also due the prestigious design cooperation.

 

I want ot thank the Fox, in the person of Gabriele Frati, for supply this knife and for the very good support and I want to thank the Coltelleria Collini for the invaluable support for the writing of this review.

 

Seal1

 

Clicca qui per discuterne sul forum - Click here to talk about it on forum